STA Spazio Teatrale Allincontro – Io Sono Partito

today 18 Dicembre 2020


D H M S
Background

STA Spazio Teatrale Allincontro

Io Sono Partito – Una storia di parte, una storia di tutti
di e con Riccardo Goretti e Massimo Bonechi

In questa sorta di seconda parte del nostro viaggio, ci siamo focalizzati sul tema della Politica. Torna ancora il concetto di identità, di appartenenza, di scelta di parte e, come si nota già dal titolo, di Partito. Dopo la nostra discesa nel cuore dei Circoli ci sono saltate alla mente un’infinità di domande che riguardano il vissuto contemporaneo, in relazione alla nostra storia:

Cos’è la politica oggi?
Solo un mero scontro fra partiti?
Solo l’arte di raccogliere consenso?
Solo una rincorsa a cercare soluzioni senza chiedersi il perché le cose avvengano?
Il gioco di dire no a tutti tranne che a noi stessi?
L’incapacità di mettersi nei panni degli altri?
L’incapacità di farsi altro?
L’incapacità di saper scegliere da che parte stare?
Non saper più di cogliere il senso di un bene comune, collettivo?
Di non saper più guardare in prospettiva?

…e soprattutto cosa vuol dire essere di sinistra oggi?

Lo spettacolo non è il tentativo di dare risposte a queste domande, ma certo la spinta a porsi degli interrogativi; il dovere di capire chi siamo e cosa si vuole fare della nostra storia per definire un cammino futuro. In questo spettacolo si narra la storia di un uomo, Partito Mannelli Braccini, nato nel 1921 nello stesso giorno in cui nasceva il Partito Comunista e che per tutta la vita ha visto intrecciare le sue vicende umane e personali a quelle della più grande forza politica di sinistra del nostro Paese. Si attraversa così una serie di vicende che segnano l’esistenza di un uomo che come molti altri ha seguito un’ideale e quelle del Partito che hanno caratterizzato la vita politica, sociale e culturale dell’Italia. La sfera umana e politica si toccano, si accavallano e si sovrappongono fino ad identificarsi, a unirsi. Partito si ritrova un nome pesante che spesso non sa e non vuole portare, ma che suo malgrado gli si incolla addosso senza mai abbandonarlo.
E’ la storia di una passione, un percorso di vita che ci disegna un uomo (e una classe dirigente) che hanno fatto delle scelte: quelle semplici e quotidiane che si compie ogni giorno; scelte profonde e radicali che segnano l’esistenza, che ci dicono da che parte stiamo. Nel 1991 si è fatto una scelta e in qualunque modo la si veda qualcosa è morto davvero: è morto (il) Partito. Il Partito Comunista scompare e ancora siamo alla ricerca di qualcosa che lo rimpiazzi, Partito Mannelli Bracci se ne va e nel lasciarci decide di tornare là da dove è venuto. In mezzo alla gente.

PROGRAMMA

venerdì 11 dicembre ore 21
Gobbo a mattoni

venerdì 18 dicembre ore 21
Io sono partito


Dettagli
Inizio 18 Dicembre 2020 H 9:00 pm